Immagine: e-learning.

Carissimi colleghi,
vi scrivo autorizzato dal Dirigente Scolastico.

L'emergenza che stiamo vivendo ci ha portato a trovare soluzioni rapide e di prima mano per rimanere in contatto con i nostri alunni, possibilmente nel rispetto della privacy e della sicurezza on-line.

La maggior parte di noi ha trovato soluzioni autonomamente, come previsto ed auspicato dalla dirigenza.

Alcuni docenti (pochi in verità) hanno delegato a genitori che ringraziamo per la collaborazione e… la pazienza.

Nel frattempo, per scrupolo, ci siamo attivati per abilitare il servizio G-Suite for Education, fornito da Google, che ha però richiesto un certo periodo di tempo, nel corso del quale numerosi docenti hanno cominciato ad utilizzare proficuamente la piattaforma WeSchool (ad esempio la primaria di Montemagno ed alcuni docenti della secondaria di I grado di Moncalvo e Montemagno).

 

Tale piattaforma risulta molto semplice per tutti, studenti, docenti e genitori, anche con poca esperienza digitale.

Il possibile prolungarsi della crisi in atto consiglierebbe una graduale migrazione, per quanto libera e non obbligatoria, verso WeSchool.

Operazione che richiede pochi semplici passi.
Il coordinatore di classe, o un suo collaboratore più "digitaliano", attiva un proprio account all'indirizzo https://www.weschool.com/ , crea una classe ed invia il link di invito anche semplicemente via WhatsApp al gruppo classe.

Tramite il link saranno gli alunni con i loro genitori ad iscriversi (con verifica automatica del genitore via email), bypassando un complesso e laborioso processo di reperimento delle mail dei genitori, non sempre aggiornate e funzionanti.

Naturalmente ogni insegnante potrà poi accedere, ma l'invito rivolto dal coordinatore o da un suo delegato risulterà comunicativamente più efficace ed eviterà richieste multiple in contemporanea, cosa che potrebbe confondere gli studenti.

Si può usare WeSchool a diversi livelli, tutti molto semplici ed intuitivi: una sorta di repository di documenti in vari formati (video, audio, testo, pdf e molti altri) da condividere con gli alunni; oppure creare direttamente su WeSchool test, questionari, elaborare calendari di consegna... etc.

Se qualche insegnante vorrà procedere in questa direzione ci tenga informati sull'esperienza maturata, la scuola è condivisione di esperienze.

Ma la cosa fondamentale è che ogni consiglio di classe si confronti con il proprio coordinatore ed INSIEME si decida se procedere o meno.

Quando tutto sarà tornato alla normalità saranno gli organi collegiali ad indicare il percorso per il futuro.

Grazie per il vostro impegno e…

ANDRÀ TUTTO BENE!

Pietro Gallo
A. D. uscente